Come aprire un salone da parrucchiere (anche se può sembrare una follia)

Ogni anno, in Italia, ci sono centinaia di aspiranti parrucchiere e parrucchieri che ottengono l’abilitazione professionale per svolgere il mestiere dei loro sogni. Questo dato, purtroppo, non può essere visto come positivo e, anzi, rappresenta per te, che hai già un salone, un ulteriore problema. Ma anche per gli aspiranti parrucchieri esiste un enorme problema.

Il problema è quello di non avere ben chiara la differenza tra essere un parrucchiere ed essere il titolare di un salone di acconciature.

Il numero di saloni operanti in Italia è elevatissimo e andrà ad incrementarsi ulteriormente. Ogni anno. Ancora per qualche anno. Poi accadrà qualcosa di brutto, di terribile, come ho spiegato in questo altro post che ti invito a leggere.

Ma questo quindi significa che devi desistere e che non devi aprire un salone di acconciature, anche se questo rappresenta il tuo sogno sin da bambino?

Per fortuna, le cose non stanno così e, in questo post, non ti darò solo cattive notizie ma te ne darò una illuminante, e cioé: come aprire un salone da parrucchiere destinato ad avere grande successo.no-1

Perché NON devi aprire un nuovo salone (o perché dovresti chiudere il tuo)

Iniziamo con le cattive notizie, fregandomene di chi mi attaccherà accusandomi di infondere pessimismo, come già accaduto. Se vuoi alimentarti di un inutile, e incoerente, ottimismo, puoi tranquillamente rivolgerti altrove. Io ti dico come stanno le cose, non quello che ti va di sentirti dire.

Non dovresti aprire un nuovo salone perché di parrucchieri con il loro negozio ce ne sono già qualche centinaia di migliaia. Perlopiù, si tratta di saloni tutti uguali. Generalisti (uomo, donna e bambino), che fanno tutto per tutti e il cui posizionamento nella mente dei clienti si riduce a:

  • il salone meno caro;
  • il salone troppo caro;
  • il salone del vecchio;
  • il salone della signora simpatica.

Saloni che arrancano o che stanno in piedi perché hanno raggiunto una sorta di tregua (al ribasso), con i concorrenti. Ognuno ha il proprio orticello da coltivare e la speranza è che, prima o poi, qualcuno chiuda così i suoi clienti si sparpaglieranno tra i saloni superstiti. Ma attenzione, se anziché chiuderne uno, ne viene aperto un altro, magari coi prezzi ancora più bassi della norma, allora saranno guai grossi!

Attività i cui titolari avevano il sogno di fare i parrucchieri o le parrucchiere e… ce l’hanno fatta!

Solo che non è stata vera gloria…

Avere un’attività significa pensare a un sacco di cose di cui a scuola non ti avevano mai parlato. Le tasse, gli aggiornamenti, i fornitori, la gestione dei collaboratori e quella cosa sconosciuta ai più che si chiama marketing e che per molti ancora oggi equivale a “farsi pubblicità”.

Se rientri in questa accezione, se sogni di fare il parrucchiere o la parrucchiera perché il tuo sogno è quello di diventare bravissima tecnicamente, allora, il mio consiglio spassionato, è quello di NON aprire l’ennesimo negozietto uguale altri altri.

Questo non significa affatto rinunciare al tuo sogno ma realizzarlo sul serio!

Continua a migliorarti tecnicamente e metti a disposizione la tua professionalità presso saloni di alto livello che anziché assumere tirocinanti e apprendisti, assumono personale qualificato.

Potresti scoprire che, in questo modo, i tuoi guadagni reali, quello cioè che ti metti in tasca a fine mese, è più di quanto percepiranno, al netto di tasse e spese varie, i tuoi colleghi che, invece, hanno aperto l’ennesimo negozio da parrucchiere…aprire salone di acconciature

Come aprire un salone di acconciature

Se però la tua passione è estrema e sogni di diventare il titolare di un salone di successo, e sei disposto a capire cosa devi fare per raggiungere l’obiettivo, allora continua a leggere.

Innanzitutto, devi comprendere una cosa piuttosto semplice:

“alla voce: professione nella tua carta d’identità, non devi scrivere Parrucchiere ma Imprenditore”

E’ una differenza sostanziale, quella tra essere parrucchiere o imprenditore. Soprattutto a livello di percezione.

Devi capire che solo una parte della tua vita lavorativa si svolgerà lavorando sulla testa delle persone.

Ciò che dovrai fare, invece, è acquisire le competenze necessarie affinché il tuo salone di acconciature nasca già come una futura impresa di successo.

Dovrai, infatti, occuparti delle seguenti cose:

  • Gestire la parte finanziaria e burocratica dell’azienda;
  • effettuare le scelte strategiche fondamentali;
  • studiare la concorrenza e, di conseguenza, scegliere un settore in cui specializzarti o comunque trovare qualcosa che ti differenzi dal resto dei saloni tutti uguali:
  • studiare le campagne per acquisire nuovi clienti;
  • applicare le strategie per la fidelizzazione dei clienti;
  • standardizzare le procedure per la vendita di prodotti e trattamenti;
  • e molto altro ancora.

C’è un problema, però.

Il problema è che tutte queste cose che ti ho elencato, e che a tutti i “parrucchieri” sembrano cose assurde e assolutamente non necessarie, non le insegnano a scuola.

Non le insegnano neanche nelle scuole di formazione per parrucchieri.

Neanche all’università, le insegnano.

E nemmeno ai Master (io ho preso un master in Comunicazione e Marketing allo IED e… posso dirti che non è di certo grazie a quegli oltre 7000 euro spesi per l’iscrizione che oggi so quel che so).

La pratica si può fare sul campo, ma se non vuoi correre il rischio di annegare tra i debiti in attesa di poter commettere gli errori che ti servono per imparare, secondo il motto: “sbagliando si impara“, allora c’è bisogno di altro.

C’è bisogno di conoscere, e applicare da subito, prima ancora di tirare su la serranda per la prima volta, una strategia a 360°.

Una strategia non solo di marketing ma di organizzazione imprenditoriale della tua attività.

Una strategia che preveda:

  1. Lo studio della concorrenza;
  2. Trovare un angolo di attacco in una nicchia del mercato lasciato scoperto dalla concorrenza;
  3. Studiare e posizionare il proprio brand fino a renderlo famoso;
  4. Applicare una strategia per l’acquisizione clienti con un servizio esca (o di front-end);
  5. La promozione del proprio salone sia online che offline;
  6. La selezione e la formazione del personale
  7. La standardizzazione delle procedure per arrivare ad una massima organizzazione ed efficienza

Tutte cose che non insegnano a scuola e non si acquisiscono neanche sul campo. Chi ti dice che ha imparato con la propria esperienza in genere ti mente.

La strategia del 90% dei saloni di acconciature italiani è quella di abbassare i prezzi rispetto alla concorrenza e sperare che i clienti restino fedeli grazie alla propria bravura e simpatia.

Chiunque abbia un minimo di consapevolezza della propria professione di imprenditore nel settore del salone delle acconciature sa che questa strategia è fallimentare.

Non solo: se è vero che sono ancora molti i saloni piccoli e non organizzati che comunque stanno in piedi, è altresì facilmente prevedibile che, nei prossimi 5-10 anni, almeno la metà di questi è destinata a chiudere, come ho spiegato in questo post.

Come portare al successo un negozio di parrucchiere

L’unico modo per aprire un nuovo salone e sperare che tra 5 anni sia ancora in piedi e sia un’attività redditizia senza rimanere, come accadrà a molti, senza lavoro e con molti debiti, è quello di partire con il piede giusto.

Anziché pensare solo alla posizione del salone e all’arredamento (cose sacrosante, sia chiaro), è bene imparare, per tempo, un metodo, quello dell’Hair Stylist di Successo, che ho messo a punto nel corso di questi anni trascorsi a contatto con i titolari di decine di attività del settore, e che spiego sia nel mio libro “Da parrucchiere a Hair Stylist di Successo” sia con la grossa, enorme, novità dell’anno.

Questa novità è l’organizzazione dell’evento esclusivo: “Hair Stylist di Successo – Masterclass”, l’evento di marketing pratico per parrucchieri, che si svolgerà il 23 ottobre a Bologna.

Spero che la lettura di questo post, e di tutto il materiale che produco e metto a disposizione da qualche anno, ti abbiamo fatto capire che non puoi cadere nella trappola di pensare che: “se apro un nuovo salone, avrò successo perché sono un bravo parrucchiere”.

Se vuoi aprire un salone di successo e vuoi evitare di finire come il 60% dei saloni attualmente aperti in Italia, che sopravvivono a stento e subiscono la concorrenza dei saloni low-cost (e anche degli abusivi!), ti offro la grande opportunità di apprendere il mio metodo.

Se vuoi, cioè:

– intraprendere il percorso vincente per aprire la tua attività e portarla subito al successo;
– conoscere tutte le strategie di marketing PRATICHE che ti consentiranno di fare piazza pulita della concorrenza nel tuo quartiere, nella tua città o nel tuo paese, allora devi…

cliccare sull’immagine qui sotto e venire ad assistere all’evento che ho organizzato e che terrò il 23 ottobre a Bologna con alcuni ospiti eccezionali.

clicca e iscriviti!

PS. Trattandosi di un evento esclusivo, di una Masterclass, i posti sono limitati e non tutte le iscrizioni saranno accettate.

Nessun Commento to "Come aprire un salone da parrucchiere (anche se può sembrare una follia)"


    Vuoi lasciare un tuo commento?

    Some html is OK